Mappa del sito
العربية Български 中文 Čeština English Français Deutsch हिन्दी Bahasa Indonesia Italiano Bahasa Malay اردو Polski Português Română Русский Srpski Slovenský Español ไทย Nederlands Українська Vietnamese বাংলা Ўзбекча O'zbekcha Қазақша

Area clienti InstaForex

  • Impostazioni personali dell'area
  • Accesso a tutti i servizi della compagnia
  • Dettagliate statistiche e reporting delle transazioni
  • Gamma completa delle operazioni finanziarie
  • Sistema di gestione di più conti
  • Massimo livello di protezione dei dati

Area affiliati InstaForex

  • Deattagliate informazioni su clienti e commissioni
  • Statistiche grafiche di conti e clic
  • Indispensabili strumenti per webmaster
  • Soluzioni-web pronte e vasta scelta di banner
  • Alta sicurezza dei dati
  • Notizie azendali, feed-RSS e informer-Forex
Aprire un conto trading
Programma di affiliazione
cabinet icon

Un'altra Lamborghini da InstaForex!E al suo volante puoi esserci proprio tu!

Non devi fare altro che ricaricare il conto trading con almeno 1000 dollari!

Ottieni le migliori condizioni di trading ed eccezionali proposte di bonus! Abbiamo già consegnato 6 leggendarie auto sportive! E non è tutto! La prossima Lamborghini Huracan dell'ultima generazione può diventare tua!

InstaForex – investi nelle tue vittorie!

Rapida apertura di un conto

Ricevere la lettera formativa
toolbar icon

Piattaforma di trading

Per dispositivi mobili

Per il trading nel browser

Long-term review

La scorsa settimana, il dollaro ha fatto seri tentativi di rafforzamento. Di conseguenza, è riuscito a continuare a rafforzarsi rispetto al rublo, anche se non a un tale ritmo. Inoltre, il dollaro è stato in grado di rafforzare leggermente contro la moneta unica europea, ma non ha funzionato contro la sterlina. Anche se durante la settimana, la sterlina è stata abbastanza seriamente meno costosa, ma ha terminato la settimana nello stesso posto in cui è iniziata. Quasi per tutta la settimana, le statistiche americane erano completamente multidirezionali. Pertanto, le vendite totali di veicoli sono diminuite da 16,8 milioni a 16,7 milioni. L'indice dell'attività commerciale nel settore manifatturiero è sceso da 55,3 a 54,7, mentre nel settore dei servizi da 56,0 a 54,8. Naturalmente, questo ha portato ad una diminuzione dell'indice composito dell'attività economica da 55,7 a 54,7. Inoltre, gli ordini di produzione sono diminuiti dello 0,8%. Quindi, non c'era motivo di essere felici, ma sono usciti dati molto più importanti. Questo è il rapporto del Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti. Inizialmente, il contenuto della relazione è stato alquanto deludente, poiché il tasso di disoccupazione è rimasto lo stesso e, soprattutto, la percentuale della forza lavoro nella popolazione totale è diminuita dal 62,9% al 62,7%. Ma con uno sguardo più attento al testo del rapporto, gli investitori si sono rallegrati. Si scopre che l'occupazione sta crescendo di fronte all'aumento dei redditi. Questo è un segnale estremamente positivo e, in teoria, il dollaro dovrebbe essere rafforzato ancora di più.

Il fatto che il dollaro avrebbe dovuto rafforzare molto più attivamente diventa doppiamente chiaro dopo una rapida occhiata alle statistiche europee, poiché i tassi di crescita del PIL europeo nel secondo trimestre sono rallentati dal 2,5% al 2,1%. In precedenza, si ipotizzava che i tassi di crescita economica fossero rallentati dal 2,5% al 2,2%. Inoltre, il tasso di crescita delle vendite al dettaglio è rallentato dall'1,5% all'1,1%. Ma in Europa ci sono state anche notizie positive che non hanno potuto modificare l'umore generale, ma solo alcune hanno attenuato il negativo. Il fatto è che, a differenza degli Stati Uniti, l'indice europeo dell'attività commerciale nel settore dei servizi è cresciuto da 54,2 a 54,4, il che ha permesso di aumentare l'indice composito dell'attività commerciale da 54,3 a 54,5. Inoltre, i tassi di crescita dei prezzi alla produzione sono aumentati dal 3,6% al 4,0%. In ogni caso, il rallentamento della crescita economica, associato a un rallentamento delle vendite al dettaglio, avrebbe dovuto determinare un calo molto maggiore della moneta unica europea. E molto più interessante la situazione con la sterlina, in quanto solo l'indice dell'attività commerciale nel settore dei servizi ha mostrato un aumento da 53,5 a 54,3. Mentre l'indice dell'attività commerciale nel settore manifatturiero è sceso da 53,8 a 52,8 e nel settore delle costruzioni da 55,8 a 52,9. Quindi, sorge la domanda su cosa ha limitato la crescita del dollaro.

Le domande sono dovute alla crescita del dollaro rispetto al rublo, in quanto l'inflazione in Russia ha accelerato dal 2,5% al 3,1% e Elvira Nabiullina ha dichiarato che la prossima riunione del consiglio della Banca di Russia non prenderà in considerazione la riduzione del tasso chiave, ma il suo aumento. E tutto ciò dovrebbe portare, se non alla crescita del rublo, almeno alla sua stabilità.

Quindi le risposte devono ancora essere trovate nei bollettini delle notizie politiche.

Se parliamo della moneta unica europea e della sterlina, allora dobbiamo ricordare Brexit e tutto ciò che è associato ad essa. Più recentemente, i rappresentanti dell'Unione europea hanno dichiarato di essere pronti ad offrire al Regno Unito tali condizioni di cooperazione che nessuno ha. In risposta, Theresa May ha affermato che il Regno Unito non farà alcuna concessione, insinuando che conosca i dettagli di queste condizioni e che non siano così buone. Ma la scorsa settimana ci sono state segnalazioni secondo cui la Gran Bretagna e la Germania hanno accettato di rinunciare a una serie di richieste reciproche per raggiungere un accordo comune durante i colloqui. Questo sviluppo di eventi ha fortemente ispirato i partecipanti al mercato. Contemporaneamente, insieme a questo, negli Stati Uniti si sta facendo strada uno scandalo politico causato dalla pubblicazione di un libro in cui, riferendosi a fonti anonime, viene descritto il complotto della Casa Bianca contro Donald Trump. Un po 'più tardi, in un certo numero di mass media, appariva la corrispondenza presumibilmente tra i dipendenti dell'amministrazione di Donald Trump, dove si discute la questione della sua rimozione dal potere. Naturalmente, il Presidente degli Stati Uniti era furioso e tutti i rappresentanti di spicco della Casa Bianca iniziarono a dare commenti ufficiali uno per uno che non parteciparono a nessuna cospirazione e non ne sapevano nulla. Molti hanno assicurato che sono pronti a sottoporsi a un controllo immediato sul rilevatore di bugie. E, infine, questo non aggiunge fiducia al futuro, così che anche se il dollaro avesse buone ragioni per crescere, fattori puramente politici lo hanno ostacolato.

Per quanto riguarda il rublo, il suo indebolimento è collegato esclusivamente a fattori politici, poiché i fattori puramente economici hanno un'influenza estremamente debole su di esso. E riguarda il caso Skripal. Le nuove informazioni fornite dalla Gran Bretagna, sebbene causino molte domande e critiche, implicano ancora una certa risposta intelligibile che la Russia non offre. E la situazione in Siria si sta riscaldando. Ma su tutti questi punti la Russia è limitata a qualche tipo di scuse incomprensibili, che solleva molte domande sulla sua capacità di resistere alla pressione. Quindi, non sorprende che gli investitori stiano cercando di chiudere le loro posizioni in rubli per aspettare almeno un po 'di chiarezza.

Se guardate quali dati dovrebbero essere rilasciati questa settimana negli Stati Uniti, non è chiaro come far crescere il dollaro. Ovviamente, l'aumento del credito al consumo da $ 10,2 miliardi a $ 13,0 miliardi è abbastanza buono, ma non sufficiente. Inoltre, se le scorte nei magazzini all'ingrosso dovessero aumentare di un altro 0,7%, i tassi di crescita dei prezzi alla produzione rallenteranno dal 3,3% al 3,2% e l'inflazione dal 2,9% al 2,7%. E i tassi di crescita della produzione industriale e delle vendite al dettaglio potrebbero rallentare. Quindi, è il momento di preoccuparsi che la Fed possa riconsiderare i suoi piani sul tasso di aumento del tasso di rifinanziamento. Inoltre, lo scandalo che circonda una certa cospirazione contro Donald Trump otterrà solo slancio. Quindi, il dollaro può crescere solo se succede qualcosa di straordinario nel Vecchio Mondo.

È vero, il continente non è particolarmente soddisfatto di una grande quantità di dati statistici. Il rallentamento della produzione industriale dovrebbe essere dal 2,5% al 2,4%. E questo è tutto. Tuttavia, tutta l'attenzione si concentrerà sui risultati della riunione del consiglio per la politica monetaria della BCE. Naturalmente, non sono previsti cambiamenti, ma la BCE è in attesa di un'ulteriore conferma che, dopo dicembre, il programma di allentamento quantitativo non sarà prolungato. E al momento, tali timori sono giustificati, sullo sfondo del rallentamento dell'inflazione e dell'attività dei consumatori. Tuttavia, è improbabile che sullo sfondo dei dati preliminari sull'inflazione la BCE prenda decisioni affrettate. Pertanto, la BCE annuncerà nuovamente i piani di riduzione del programma di alleggerimento quantitativo, nonché il conseguente aumento del tasso di rifinanziamento. Quindi, entro la fine della settimana, la moneta unica europea dovrebbe rafforzarsi a 1,1675.

Exchange Rates 11.09.2018 analysis

Molto più interessante sarà la situazione nel Regno Unito, dove sono già emersi dati sulla produzione industriale, i cui tassi di crescita sono rallentati dall'1,1% allo 0,9%. Ma questo è l'unico aspetto negativo che ci si aspetta sulla sterlina. I dati sul mercato del lavoro possono mostrare la stabilità del tasso di disoccupazione unito all'accelerazione del tasso di crescita del salario medio sia con che senza premi. Bene, l'evento principale sarà una riunione del Consiglio per la politica monetaria della Banca d'Inghilterra. Dal dipartimento di Mark Carney si aspetterà almeno suggerimenti su ulteriori piani del regolatore. Il mercato è ora in attesa di un'ulteriore crescita del tasso di rifinanziamento negli Stati Uniti, oltre a un serio inasprimento della politica monetaria in Europa. In questo contesto, la Banca d'Inghilterra dovrebbe designare la sua posizione a medio termine e dovrebbe mirare specificamente all'ulteriore aumento del tasso di rifinanziamento. Se i risultati dell'incontro della Bank of England sono diversi, allora la situazione per la sterlina sarà estremamente difficile. Ma al momento tutto indica che il regolatore inglese piacerà ai partecipanti al mercato, e questo permetterà alla sterlina di rafforzarsi a 1,3050.

Exchange Rates 11.09.2018 analysis

Ma il rublo ha una storia completamente diversa. E non importa se la Banca di Russia alzerà il tasso chiave o no. Anche se Elvira Nabiullina si trova in una fase così poco pratica, ciò non influirà significativamente sul rublo. Al momento tutti pensano solo a nuove sanzioni, poiché nessuno dubita che saranno imposte. Considerando che tutte le precedenti sanzioni non hanno avuto un effetto previsto dagli Stati Uniti, ora tutti sono in attesa di nuove, davvero severe sanzioni. È questa paura e, cosa più importante, la mancanza di comprensione di ciò che sarà esattamente, spaventa. La paura è il nemico più importante, in quanto è irrazionale e nulla impedirà ai partecipanti al mercato di liberarsi ulteriormente dei loro beni in rubli. Quindi, vale la pena aspettare per la crescita del dollaro a 71,00 rubli. È vero, il dollaro è così pesantemente ipercomprato che almeno un qualche tipo di rilassamento o calma porterà ad un indebolimento del dollaro a 69,00 rubli. Ma ora è molto probabile che il rublo continuerà a indebolirsi.

Exchange Rates 11.09.2018 analysis

*La presente analisi del mercato ha un carattere esclusivamente informativo e non rappresenta una guida per l`effettuazione di una transazione.

Distinti saluti,
Analista del: Mark Bom
GS InstaForex © 2007-2019
Benefit from analysts’ recommendations right now
Top up trading account
Get a bonus from InstaForex

InstaForex analytical reviews will make you fully aware of market trends! Being an InstaForex client, you are provided with a large number of free services for efficient trading.