26.10.202013:35 Analisi di revisione Forex: L'ultima settimana pre-elettorale negli Stati Uniti e un'altra ondata di panico. Panoramica USD, EUR, GBP

Lunedì mattina, gli indici azionari della maggior parte dei paesi ATP si scambiano in rosso, il petrolio perde più del 2%, i futures di dicembre sull'oro sono inferiori a $ 1.900 l'oncia tra i timori associati al numero di casi crescente.

Insieme ai timori legati allo sviluppo della pandemia, l'attenzione è focalizzata sulle prossime elezioni americane. Nordea ritiene che la probabilità di una "onda blu", cioè la vittoria di Biden alle elezioni presidenziali e il controllo democratico di entrambe le camere del Congresso, rimane alta. The Economist ipotizza che la probabilità di vittoria di Biden abbia raggiunto il 92%, Deutsche Bank ottiene l'87,5% nei suoi calcoli, i bookmaker sono ancora dalla parte di Biden: secondo i sondaggi, il divario tra i candidati è di circa l'8% anche se il margine è minore.

A detta di tutti, la vittoria di Biden indebolirà il dollaro, ma il rapporto CFTC di venerdì ha mostrato che la tendenza al rialzo del dollaro continua. La posizione corta netta sul dollaro è nuovamente diminuita e, sebbene il vantaggio sia ancora evidente, nessuna tendenza suggerisce che esso si indebolirà.

Exchange Rates 26.10.2020 analysis

Si osserva una collisione interessante. Da un lato, la maggioranza assoluta delle istituzioni finanziarie bombardano quotidianamente gli investitori con la notizia che la vittoria di Biden è scontata e che il dollaro dovrà indebolirsi come risultato di questa vittoria. Allo stesso tempo, gli indicatori più specifici sembrano esattamente l'opposto: i futures sull'acquisto del dollaro tendono a crescere, cioè il numero di giocatori che scommettono sulla sua crescita in futuro per 1-2 mesi è in aumento.

Va anche notato che i mercati azionari statunitensi si scambiano in modo incerto. Per l'S&P 500 la seconda settimana consecutiva si è conclusa in rosso, nonostante un leggero rialzo venerdì. Gli indici azionari riflettono direttamente le aspettative dei giocatori in materia di liquidità, ovvero gli investitori preferiscono aspettare e vedere prima delle elezioni, partendo dal presupposto che l'espansione del pacchetto di aiuti non può realizzarsi affatto, e quindi aumentano i rischi della caduta del mercato azionario.

Finora, la Fed sta dando segnali cauti che il mondo finanziario non vedrà arrivare la crescita dei tassi reali nel 2021 (tassi reali = differenza tra tassi nominali e aspettative di inflazione), ovvero ci sono evidenti accenni a una via d'uscita dalla crisi attraverso un dollaro più debole.

Sembrerebbe che alla fine gli investitori dovrebbero costruire una posizione corta, dal momento che il dollaro non ha un'altra scelta se non per un ulteriore indebolimento. Ma il comportamento dei giocatori è esattamente l'opposto, il che aumenta l'intrigo prima delle elezioni.

EURUSD

Giovedì 29 ottobre la BCE terrà la sua prossima riunione. Non sono previsti cambiamenti nella politica monetaria, in quanto in precedenza sia la presidente della Bce Lagarde che il capo economista Lane avevano affermato che un certo aggiustamento potrebbe avvenire nella riunione di dicembre, quando saranno disponibili nuove previsioni economiche.

Secondo il consenso del mercato, queste misure includeranno un aumento del programma PEPP a 2 trilioni di euro e una riduzione dello 0,1% del tasso sui depositi. Allo stesso tempo, un forte aumento dell'incidenza del coronavirus in Europa potrebbe portare al rallentamento economico più accelerato, che richiederà una risposta rapida. Non è esclusa la probabilità di una sorpresa che possa indebolire l'euro già giovedì.

Il fair value sta ancora guardando verso il basso.

Exchange Rates 26.10.2020 analysis

Lo scenario più probabile è un pullback al ribasso dal massimo locale di 1,1880, seguito dal breakdown del bordo inferiore del canale ascendente (approssimativamente a 1,1750 / 60), dopodiché il movimento a 1,15 diventerà dominante.

GBPUSD

Nonostante il fatto che le vendite al dettaglio a settembre siano state notevolmente superiori alle previsioni, la sterlina non è stata in grado di trarre vantaggio dalle statistiche positive, poiché gli ultimi sondaggi hanno mostrato un rallentamento dell'attività dei consumatori. L'indice di fiducia dei consumatori Gfk è sceso ad ottobre da -25 a -31 punti, il che si è rivelato peggiore del previsto. L'indice PMI nel settore dei servizi è sceso da 56,1 a 52,3 punti.

Il fair value ha rallentato il calo a causa dei cambiamenti settimanali nel rapporto CFTC e del miglioramento delle aspettative per i negoziati sulla Brexit.

Exchange Rates 26.10.2020 analysis

Gli ultimi dati indicano che entrambe le parti nei negoziati sono disposte a fare concessioni. Tuttavia, non si dovrebbe aspettare la crescita della sterlina, poiché c'erano prove che Johnson intendeva aspettare i risultati delle elezioni negli Stati Uniti e solo allora prendere una decisione sull'accordo. Se queste aspettative saranno confermate, la sterlina scenderà con sicurezza.

Il target più vicino è 1,2820 / 40, quindi 1,2670, il raggiungimento del secondo target significherà il completamento della crescita correttiva.

*La presente analisi del mercato ha un carattere esclusivamente informativo e non rappresenta una guida per l`effettuazione di una transazione.

Distinti saluti,
Analista del: Kuvat Raharjo
GS InstaForex © 2007-2020
Approfittati subito dei consigli degli analisti
Deposita i fondi sul conto di trading
Apri un conto di trading

Le recensioni analitiche di InstaForex ti renderanno pienamente consapevole delle tendenze del mercato! Essendo un cliente InstaForex, ti viene fornito un gran numero di servizi gratuiti per il trading efficiente.

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.