Mappa del sito
العربية Български 中文 Čeština English Français Deutsch हिन्दी Bahasa Indonesia Italiano Bahasa Malay اردو Polski Português Română Русский Srpski Slovenský Español ไทย Nederlands Українська Vietnamese বাংলা Ўзбекча O'zbekcha Қазақша

Area clienti InstaForex

  • Impostazioni personali dell'area
  • Accesso a tutti i servizi della compagnia
  • Dettagliate statistiche e reporting delle transazioni
  • Gamma completa delle operazioni finanziarie
  • Sistema di gestione di più conti
  • Massimo livello di protezione dei dati

Area affiliati InstaForex

  • Deattagliate informazioni su clienti e commissioni
  • Statistiche grafiche di conti e clic
  • Indispensabili strumenti per webmaster
  • Soluzioni-web pronte e vasta scelta di banner
  • Alta sicurezza dei dati
  • Notizie azendali, feed-RSS e informer-Forex
Aprire un conto trading
Programma di affiliazione
cabinet icon

Un'altra Lamborghini da InstaForex!E al suo volante puoi esserci proprio tu!

Non devi fare altro che ricaricare il conto trading con almeno 1000 dollari!

Ottieni le migliori condizioni di trading ed eccezionali proposte di bonus! Abbiamo già consegnato 6 leggendarie auto sportive! E non è tutto! La prossima Lamborghini Huracan dell'ultima generazione può diventare tua!

InstaForex – investi nelle tue vittorie!

Apertura rapida di un conto

Ricevere la lettera formativa
toolbar icon

Piattaforma di trading

Per dispositivi mobili

Per il trading nel browser

Il consumo globale di materie prime quasi raddoppierà entro il 2060: l'OCSE

Il consumo globale di materie prime quasi raddoppierà entro il 2060: l'OCSE

Secondo il rapporto dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico (OCSE), entro il 2060, in un aumento della popolazione fino a 10 miliardi, il consumo mondiale di materie prime quasi raddoppierà dagli attuali 90 gigatoni (Gt) ai 167 Gt.Secondo gli esperti dell'OCSE, il consumo di materie prime minerali aumenterà di più, compresi i materiali da costruzione e i metalli. L'aumento più rapido dovrebbe essere atteso dai Paesi in via di sviluppo, sottolineano gli esperti.Attualmente, la quota di materie prime minerali non metalliche, tra cui sabbia, ghiaia e calcare, rappresenta oltre il 50% delle risorse consumate. Il ministero spera anche di rafforzare il ruolo del riciclaggio che è ora dieci volte più piccolo del settore minerario in termini di contributo al PIL. Il rapporto rileva che questo settore si svilupperà attivamente e la sua competitività migliorerà.

Indietro

See aslo