Facebook
 
 
Conseguenze del COVID-19: cosa attende l'economia globale nel 2021

Conseguenze del COVID-19: cosa attende l'economia globale nel 2021

La maggior parte delle previsioni per le prospettive dell'economia globale nel 2021 sono piuttosto contraddittorie. Alcuni esperti aderiscono a scenari ottimistici, mentre i loro avversari sono meno positivi. Tuttavia, sono tutti d'accordo che quest'anno, come nel 2020, la pandemia di coronavirus COVID-19 darà il tono.

L'anno scorso, l'economia globale ha registrato una crescita continua che era presente negli ultimi 10 anni. Molti analisti credevano che questa tendenza continuerà, ma l'emergere del COVID-19 ha apportato i propri aggiustamenti. La sua rapida diffusione nel mondo ha deluso le speranze di una ripresa economica continua, provocando una forte recessione.

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) stima che l'economia globale si sia contratta del 4,4% nel 2020. L'introduzione di una serie di misure restrittive nella maggior parte dei paesi del mondo ha provocato un'ondata di disoccupazione paragonabile al periodo della Grande Depressione.

Secondo le osservazioni degli analisti, il numero di disoccupati nei diversi paesi del mondo varia notevolmente. Ad esempio, in Cina, dove i focolai del COVID-19 sono stati soppressi in modo efficace e tempestivo, la disoccupazione è rimasta bassa. Altri stati, come la Germania, hanno introdotto programmi di assistenza alla popolazione per preservare i posti di lavoro.

La situazione è diversa dall'altra parte dell'oceano. In Brasile e negli Stati Uniti d'America, si registra una disoccupazione su larga scala, a causa della diffusione incontrollata del COVID-19 e delle misure governative non tempestive. A marzo e aprile 2020, circa 22 milioni di persone hanno perso il lavoro in America, dicono gli esperti. Di conseguenza, il tasso di disoccupazione nel paese è salito a quasi il 15%.

Secondo gli esperti, la pandemia ha inferto un duro colpo al commercio globale. A marzo e aprile dell'anno precedente, i volumi delle esportazioni sono crollati al livello più basso in quasi 10 anni. Le iniezioni di denaro senza precedenti sono venute in aiuto all'economia. Tuttavia, lo stimolo del governo non ha aiutato molto a recuperare la maggior parte delle economie, dicono gli esperti. Tali misure hanno fatto aumentare il debito sovrano globale. I bassi tassi di interesse, vicini allo zero, hanno aggiunto benzina al fuoco.

Secondo Lawrence Boone, uno dei principali economisti dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), il debito nazionale rimane stabile e lo rimarrà per diversi anni. Cambiamenti positivi sono possibili solo con il ripristino dell'attività economica e dell'occupazione della popolazione.

L'aumento della spesa per consumi è un'altra conseguenza negativa dello stimolo monetario introdotto dalle autorità. Nel contesto di bassi tassi di interesse, i cittadini si permettono grandi spese come l'acquisto di un'auto o di un alloggio. Allo stesso tempo, la spesa in settori quali intrattenimento, ristorazione e viaggi è calata drasticamente.

Il settore bancario ha mostrato un effetto inaspettato sulla crescita della spesa pubblica. Gli esperti hanno registrato un aumento dei risparmi dei consumatori in tutto il mondo. Molti cittadini hanno approfittato dei pagamenti del governo progettati per ridurre al minimo gli effetti negativi della pandemia.

Nella seconda metà del 2020, gli analisti hanno notato un calo dei risparmi delle famiglie. Tuttavia, rimangono al di sopra del livello pre-crisi. Secondo gli economisti, questo aiuterà a riscaldare l'economia nel 2021, quando si manifesteranno gli effetti del vaccino anti COVID-19.

Indietro

See aslo

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.