empty
 
 
Breton: "L'Europa vivrà la crisi energetica questo inverno"

Breton: "L'Europa vivrà la crisi energetica questo inverno"

Secondo il commissario europeo Thierry Breton, l'Europa si trova in una crisi energetica che durerà fino alla fine dell'inverno 2021-2022.

Secondo il commissario al mercato interno dell'UE, la situazione difficile nel settore energetico ha portato a un aumento significativo del prezzo dell'elettricità in Europa. Breton si aspetta che questa situazione rimanga la stessa per tutto l’inverno.

Secondo il funzionario, la prolungata crisi energetica è il risultato dell'aumento dei prezzi del gas, causato dalle conseguenze negative del COVID-19. La pandemia ha portato alla riduzione dell'offerta a causa della chiusura dei pozzi del petrolio e gas.

Molti esperti hanno riposto le loro speranze nell'energia verde, ma le loro aspettative non si sono avverate. I livelli di produzione sono ancora bassi nonostante un gran numero di fonti energetiche rinnovabili.

Il commissario europeo è preoccupato per l'eccessiva dipendenza della Germania e di alcuni altri paesi dal gas russo. "Stanno pagando per l'offerta e l'abbondanza, non volendo ridurre l'attuale livello di consumo", afferma T. Breton.

Quest'inverno l'Europa probabilmente soffrirà per la carenza di approvvigionamento di gas non solo per produrre energia ma anche per riscaldare le case. Secondo gli analisti, ciò può essere causato dal basso livello delle scorte di gas nell'UE e dalla diminuzione delle forniture di GNL dalla Russia.

Indietro

See also

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.