empty
 
 
L'Ucraina non è responsabile della crisi alimentare: è apparsa molto prima del conflitto russo-ucraino

L'Ucraina non è responsabile della crisi alimentare: è apparsa molto prima del conflitto russo-ucraino

Secondo i finanziatori, la crisi alimentare che molti paesi stanno cercando di combattere è apparsa molto prima del conflitto russo-ucraino.

Secondo i calcoli degli analisti, la crisi alimentare e l'aumento dei prezzi alimentari sono sorti prima dell'attuale conflitto geopolitico nell'Europa orientale. Questi fenomeni negativi hanno provocato l'inflazione globale e l'aumento dei costi energetici.

All'inizio di quest'anno, a causa delle condizioni meteorologiche avverse e della crisi energetica, i prezzi alimentari mondiali sono fortemente aumentati. Poi, hanno raggiunto i massimi pluriennali. Di conseguenza, all'inizio di febbraio 2022, questi indicatori si sono avvicinati ai loro valori massimi.

Attualmente, il settore più energivoro dell'economia mondiale è l'agricoltura. Per ridurre al minimo i costi, è necessario garantire la produzione, il trasporto e lo stoccaggio dei prodotti, nonché tenere conto del costo dei fertilizzanti e delle macchine agricole. Allo stesso tempo, fino al 30% dell'energia viene spesa per l'industria alimentare.

Le sanzioni anti-russe imposte dai paesi occidentali in risposta al conflitto russo-ucraino hanno colpito duramente l'economia europea. Di conseguenza, i paesi della zona euro sono stati coinvolti nella guerra economica. Le restrizioni alle esportazioni russe, in primis il blocco dei pagamenti in valuta estera, creano enormi difficoltà per l'UE. Ciò interrompe le catene di approvvigionamento di grano, orzo, mais e olio di girasole, i cui maggiori produttori sono Russia e Ucraina.

In precedenza, Thomson Peary, portavoce del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (WFP), ha osservato che sullo sfondo del conflitto russo-ucraino e dell'aumento dei prezzi dei generi alimentari, il rischio di carestia globale è in aumento. Attualmente, l'Ucraina e la Russia rappresentano il 30% delle esportazioni mondiali di grano, il 20% delle esportazioni di mais e il 76% delle forniture di girasole.

Indietro

See also

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.