Support service
×

Teoria di Dow

La teoria di Dow è una teoria che descrive il comportamento del prezzo delle azioni nel tempo. La teoria si basa su una serie di pubblicazioni di Charles H. Dow (1851-1902), giornalista americano, primo editore del “The Wall Street Journal” e uno dei fondatori del “Dow Jones and Co”. Dopo la morte di Dow, la teoria fu perfezionata da William P. Hamilton, Charles Rhea e George Schaefer e denominata "la teoria di Dow". Dow non ha mai usato questo termine.

La teoria di Dow è la base dell'analisi tecnica. Si compone di sei principi di base.

Ci sono tre tipi di tendenze

La definizione del trend data da Dow è la seguente: in un trend ogni picco successivo e ogni calo devono essere superiori (inferiori) a quelli precedenti.

Secondo la teoria di Dow, esistono tre tipi di tendenze: primarie (o a lungo termine), secondarie (o intermedie) e minori (o a breve termine).

Ogni trend primario ha tre fasi

La teoria di Dow conferma che ogni trend primario consiste di tre fasi: la fase di accumulazione, la fase di partecipazione pubblica e la fase di distribuzione. Durante la prima, la maggior parte degli investitori razionali inizia ad acquistare (vendere) azioni contrariamente all'opinione collettiva del mercato. Questa fase non è accompagnata da bruschi movimenti del prezzo perché il numero di tali investitori è piccolo. Ad un certo punto alcuni operatori di mercato catturano una nuova tendenza e i trader attivi, utilizzando l'analisi tecnica, iniziano a seguire gli investitori razionali. Questa fase comporta i movimenti del prezzo. Durante la terza fase, la nuova tendenza viene riconosciuta dall'intero mercato e inizia il panico. In questo momento gli investitori iniziano a ottenere il loro profitto e chiudono le posizioni.

Il mercato azionario tiene conto di tutte le notizie

Il prezzo delle azioni risponde rapidamente a qualsiasi nuova informazione. Si tratta non solo di indicatori finanziari ed economici ma anche di qualsiasi notizia in generale. Questa affermazione della teoria di Dow è conforme alla Teoria dei mercati efficienti.

Gli indici azionari devono essere coerenti

Tale dichiarazione si applica agli indici Dow Industrial e Rail Averages. Secondo la teoria di Dow, la tendenza attuale e i segnali di inversione di tendenza devono essere confermati da entrambi gli indici. In questo caso, è consentita una certa discrepanza dei segnali, cioè uno dei segnali può dare un segnale di inversione di tendenza prima di un altro. 

Le tendenze sono confermate dal volume delle operazioni

Dow riteneva che per definire un trend fosse necessario prendere in considerazione il volume delle operazioni. La variazione del prezzo delle azioni con un volume delle operazioni ridotto può essere spiegata da numerose ragioni e non caratterizza lo sviluppo della tendenza attuale o della nuova tendenza.

La tendenza rimane in vigore fino a quando non appare un chiaro segnale di inversione

Questa affermazione dovrebbe essere spiegata come segue: il trend tende a continuare, quindi le variazioni del prezzo che non corrispondono al trend, in caso di incertezza, vanno interpretate come correzioni temporanee ma non come un cambiamento di tendenza.

 

Condividi la tua opinione

Thank you! Is there anything you would like to add?

How would you rate the answer you received?

Leave your comment (optional)

Grazie per il tuo tempo e il feedback.
Il tuo feedback è molto importante per noi.

smile""