Support service
×

Strategia di day trading per la coppia EUR/JPY

La strategia di day trading consiste in alcuni passaggi, tra cui l'analisi, la definizione di determinati obiettivi, l'impostazione degli ordini e l'esecuzione di una transazione. L'idea principale di una tale strategia è che il trading dipende dall'analisi eseguita in anticipo, e non c'è bisogno di essere davanti al tuo computer per tenere traccia delle minime fluttuazioni di prezzo una volta conclusa la transazione.


Questo fatto ha un effetto molto positivo sullo stato emotivo del trader. Il Forex è un mercato liquido e ad alto rendimento. Tuttavia, il rischio di perdere il proprio capitale è molto alto poiché il successo di un operatore di mercato è garantito dal fallimento dell'altro. Il trading giornaliero medio elimina le emozioni inutili. La durata delle posizioni aperte varia da uno a più giorni. Ma in alcuni casi, l'operazione può richiedere diverse settimane, soprattutto con coppie poco volatili.


Uno strumento finanziario molto conveniente per la strategia di day trading è la coppia EUR/JPY. Il processo preparatorio per l'operazione, la sua chiusura e il tempo di attesa sono molto entusiasmanti. Prima di prendere una decisione di trading sulla coppia EUR/JPY, è necessario analizzare il mercato (gli strumenti associati all'euro e allo yen) per evitare errori. Il deprezzamento per alcuni giorni non significa che il mercato diventi ribassista. La ragione di un calo potrebbe essere una correzione o un grande investitore che interviene con i suoi volumi degli scambi che muovono il prezzo. Di norma, l'acquisto/vendita di una valuta in enormi volumi non avviene in un'unica operazione, ma in più passaggi. Questo crea uno stato d'animo fuorviante a cui aderiscono molti trader, per lo più scalper.


Gli esempi di tali operazioni sono molto comuni. Così, nell'agosto 2008, c'erano circa quattro situazioni simili con EUR/JPY. Certo, per i day trader è stata un'ottima opportunità. Tuttavia, per il trading giornaliero medio, si trattava di un falso segnale con variazioni di circa 150-200 pip, sufficienti per attivare lo stop loss.


Le posizioni medie che dovrebbero essere selezionate per questo strumento sono le seguenti: il volume degli scambi non dovrebbe superare il 20-30% del deposito, mentre gli ordini stop dovrebbero essere impostati intorno ai 100 pip, se sei pronto a perdere il 20-30% del tuo deposito. Per la coppia EUR/JPY, 100 pip sono una buona dimensione della transazione, anche se molti trader preferiscono limitare le loro perdite a 50 pip e sono soddisfatti del profitto di 15-20 pip. In questo caso, le perdite di giugno-agosto 2008 avrebbero superato i profitti. Le variazioni del mercato rialzista a giugno sono state di 600 punti, a luglio erano oltre 200 punti con rotture in entrambe le direzioni, mentre ad agosto la differenza era di 800 punti. Pertanto, tenendo conto della tendenza, vale la pena impostare gli ordini stop loss a 80-100 punti e take profit - a 50 punti. Tuttavia, con previsioni ottimistiche, questo intervallo può aumentare.


Prima di aprire una posizione, dovresti determinare la direzione del mercato, studiare le previsioni degli analisti e, se possibile, scoprire la causa della variazione di prezzo. Il motivo delle fluttuazioni dei prezzi può essere giustificato economicamente, ad esempio, dalla diminuzione/aumento delle importazioni/esportazioni al fine di stabilizzare alcuni indicatori economici. Se non prevedi alcun comunicato stampa in un determinato periodo, ovvero rapporti o dichiarazioni, puoi aprire un'operazione. In questo caso, solo cause di forza maggiore possono influenzare il prezzo.


Condividi la tua opinione

Thank you! Is there anything you would like to add?

How would you rate the answer you received?

Leave your comment (optional)

Grazie per il tuo tempo e il feedback.
Il tuo feedback è molto importante per noi.

smile""