Support service
×

Capitolo 6. Tasso di acquisto/vendita e spread

Fino ad ora parlando di quotazioni, abbiamo intenzionalmente utilizzato solo tassi di cambio spot (attuali) per rendere il nostro sito web più facile da capire. Tuttavia, una quotazione Forex è composta da due tassi (prezzi): il tasso di vendita (bid) e il tasso di acquisto (ask). Questi prezzi sono solitamente separati dalla barra (/) e sono scritti nel modo seguente: il prezzo ask/bid. Ad esempio USD/JPY 104,75/104,85.

Il prezzo ask è un prezzo al quale una parte accetta di acquistare da te una valuta di base. Il prezzo bid è un prezzo al quale una parte accetta di venderti una valuta di base. Per quanto riguarda te, questo è un concetto di inversione del prezzo di acquisto/vendita. 

Come risulta dalla nostra spiegazione, è l'offerente che compra e vende ma non tu. In altre parole, se intendi acquistare una valuta di base nella quotazione, dovresti concentrarti sul prezzo di vendita (ask). Altrimenti, se intendi vendere una valuta di base, dovresti prestare attenzione al prezzo di acquisto (bid).

Ad esempio, se desideri acquistare 100 dollari USA per lo yen giapponese a un tasso di 104,75/104,85 USD/JPY, hai bisogno di 100 x 104,85 = 10,485 yen giapponesi. Se vuoi ottenere yen giapponesi vendendo 100 dollari USA, ricevi 100 x 104,75 = 10.475 yen giapponesi.

La rappresentazione grafica dei tassi di cambio varia a seconda della piattaforma di trading fornita dai broker online. Poiché le figure importanti cambiano raramente, loro vengono visualizzate di tanto in tanto in un tasso di vendita (ask) delle quotazioni ufficiali sul Forex. Pertanto, la suddetta quotazione USD/JPY potrebbe apparire come seguente: USD/JPY 104,75/85. Il termine La grande figura si riferisce al numero base di 100 pip. Pertanto, di regola vengono visualizzate solo le ultime due cifre nel tasso di vendita (ask).

La differenza tra i prezzi bid e ask (lato sinistro e lato destro) si chiama spread. Lo spread è il modo in cui una parte che stabilisce la quotazione può realizzare profitti.

Ad esempio, un broker offre un tasso di cambio Forex 104,75/85 con uno spread di 10 pip per la coppia USD/JPY. Tu vendi 100 USD e ottieni 100 x 104,75 = 10,475 yen giapponesi. Allo stesso tempo, se qualcuno acquista questi 100 USD, verrà pagato l'importo di 100 x 104,85 = 10,485 yen. Pertanto, il broker guadagnerà 10.485 - 10.475 = 10 yen. Chiaramente, il broker guadagna su operazioni in valuta opposta, cioè quando qualcuno compra e vende. Questo è il principio di base del profitto del broker nel mercato Forex.

Un profitto di 10 yen (circa 0,1 USD) non è niente in confronto a un'operazione di 100 USD. Questo è il motivo per cui, quando la dimensione minima dell'operazione è maggiore, diciamo circa 100.000 USD, gli uffici di cambio utilizzeranno gli spread maggiori rispetto alle quotazioni Forex. Di conseguenza, un vero ufficio di cambio offrirà il seguente tasso di cambio per la quotazione USD/JPY: 102,00/108,00 con uno spread di 600 pip. In questo caso, vendendo 100 USD, riceverai 600 yen giapponesi (o 5,56 USD).

Nei capitoli seguenti sarà descritto il modo in cui calcolare il tuo profitto da un'operazione eseguita nella valuta necessaria. Per ora devi capire che ogni quotazione Forex ha due prezzi - il prezzo ask/bid - e che lo spread è la differenza tra questi prezzi calcolati in pip.

Lo spread è una fonte di reddito per una parte che stabilisce la quotazione. Pertanto, vari broker che forniscono accesso al trading in valuta estera per investitori privati ​​di solito non addebitano commissioni. Invece traggono vantaggio dagli spread. Nei capitoli seguenti verrà discusso il processo di apertura e chiusura delle posizioni nel mercato forex. Imparerai perché gli spread alti non sono favorevoli per gli investitori privati. Per ora devi capire che quando scegli un broker, la prima cosa a cui prestare attenzione è il volume dello spread: più basso è lo spread, meglio è.

Chi stabilisce i tassi di acquisto e vendita? Da dove vengono? Le quotazioni di valuta sono impostate solo in base all'offerta e alla domanda nel mercato dei cambi. Principalmente, si tratta di partecipanti attivi al mercato che influenzano i tassi di cambio delle valute (i tipi di partecipanti al mercato sono stati discussi in precedenza). A seguito del cambiamento importante nel tasso di cambio, i grandi partecipanti passivi e milioni di singoli operatori influenzano anche ulteriori variazioni dei tassi di cambio. Pertanto, se la maggior parte dei partecipanti al mercato cerca di vendere una determinata valuta, il suo prezzo diminuisce. Se tendono ad acquistare questa valuta, il suo prezzo aumenta. Quindi, l'obiettivo del trader è individuare questa tendenza tempestivamente.

La dimensione dello spread non è sempre identica per i partecipanti al mercato. Per i principali attori del mercato che aprono operazioni per milioni di dollari USA, la dimensione dello spread è minima - solo pochi pip, poiché anche un piccolo spread può portare grandi profitti su tali operazioni. Per i giocatori Forex minori, lo spread è maggiore, poiché fanno trading con le somme più piccole. Pertanto, negli uffici di cambio, lo spread può raggiungere centinaia di pip.

La dimensione dello spread può aumentare se il tasso di cambio è instabile e cambia rapidamente. Pertanto, quando il numero di operazioni di acquisto e vendita aumenta in seguito al rilascio di importanti statistiche macroeconomiche (la descrizione dettagliata degli elementi di analisi fondamentale sarà descritta nei prossimi capitoli), i broker a volte aumentano la dimensione dello spread. Dovresti anche ricordarlo quando scegli un broker al dettaglio. Pertanto, è preferibile scegliere un broker che offre spread fissi.

Il volume dello spread dipende talvolta dalla liquidità di mercato di una particolare valuta. Se una valuta non è attivamente negoziata nel mercato forex, lo spread nelle quotazioni corrispondenti sarà maggiore. Questo è più tipico per il cambio di valuta bank-to-bank quando le banche scambiano valute esotiche di bassa liquidità nei mercati emergenti. Gli investitori privati ​​trattano principalmente valute altamente liquide nel mercato forex.

Per i grandi partecipanti al mercato, la dimensione dello spread può dipendere dall'ammontare dello scambio. Se la somma differisce notevolmente dalle operazioni medie in una determinata valuta, lo spread può essere aumentato. Da un lato, tutte le operazioni di grandi dimensioni comportano rischi significativi. D'altra parte, le banche subiscono perdite maggiori quando conducono operazioni più piccole.

Il rapporto tra le parti dell'operazione può anche influenzare la dimensione dello spread. Se le parti hanno un forte rapporto d'affari, possono concordare uno spread inferiore. Al contrario, se il dealer della banca non vuole concludere una transazione con un determinato cliente, lo spread può essere deliberatamente sovrastimato, costringendo il cliente a rifiutare la transazione.

Pertanto, il prezzo bid, il prezzo ask e la dimensione dello spread nella quotazione sono i concetti chiave per il trading nel mercato forex. Gli investitori privati ​​dovrebbero capire cosa significano queste nozioni. Negoziando sul Forex, tutte le decisioni dovrebbero essere prese rapidamente, quindi le difficoltà nella comprensione dei concetti di base sono inaccettabili.

Gli investitori privati ​​non dovrebbero spaventarsi dal fatto che le operazioni nel mercato forex sono generalmente eseguite per centinaia di migliaia di dollari USA. Il principio del trading a margine, che sarà discusso nei capitoli seguenti, consente agli investitori privati ​​di aprire operazioni cento volte superiori rispetto ai propri fondi.
 

Condividi la tua opinione

Thank you! Is there anything you would like to add?

How would you rate the answer you received?

Leave your comment (optional)

Grazie per il tuo tempo e il feedback.
Il tuo feedback è molto importante per noi.

smile""