Support service
×

Capitolo 10. Trading a margine

Nel capitolo precedente abbiamo confrontato il lavoro sul Forex con la possibilità di guadagnare dalle operazioni di acquisto/vendita in un ufficio di cambio. È ovvio che il Forex ha una serie di vantaggi che consentono ai trader di ottenere profitti significativi in ​​breve tempo. Il vantaggio principale, che può anche essere definito "la base della piramide" di tali guadagni, è il trading a margine introdotto sul Forex nel 1986.

Il trading a margine consente agli investitori con un capitale relativamente piccolo di lavorare sul mercato forex. Senza di esso, gli investitori privati ​​non saranno in grado di fare trading, perché l'importo marginale di un contratto sul Forex (1 lotto) è di circa 100.000 dollari USA (1 lotto su InstaForex è di 10.000 dollari USA ed è 10 volte inferiore al lotto standard del mercato). Un intermediario (società di brokeraggio o società di negoziazione) emette un prestito al suo cliente per operazioni con valute, che viene accreditato in più ai fondi del cliente chiamato deposito cauzionale. L'importo del deposito cauzionale è del 1-5% della dimensione dell'ordine effettuato dal cliente, dipende dalla leva. La leva può essere 1:20, 1:50, 1:100 e anche 1:500 e dipende dalle condizioni di un determinato broker. Significa che avendo un deposito cauzionale dell'importo di $ 1.000, un trader può ottenere da $ 20.000 a $ 500.000 per l'esecuzione di operazioni sul Forex come credito. Aprendo posizioni per una grande quantità di fondi, possiamo ottenere un enorme profitto. Ma poiché le operazioni vengono eseguite con il prestito, il rischio di perdita aumenta proporzionalmente al profitto atteso. In altre parole, possiamo raddoppiare il saldo del nostro conto tanto velocemente quanto perdere tutto.

Come si è detto sopra, viene emesso un credito a fronte di un pegno di deposito cauzionale, che è anche chiamato deposito di margine o margine (cioè da dove proviene il trading a margine). Significa che, utilizzando un prestito su attività speculative con valute sul mercato forex, un cliente rischia solo i propri fondi. Il cliente non può perdere più soldi che ha sul suo conto di trading. A questo proposito, le società che forniscono servizi di intermediazione sul mercato valutario internazionale sono pienamente tutelate.

Perché i broker (società di negoziazione) consentono un prestito sul trading Forex? Esistono diverse fonti di reddito per tali società e le considereremo in dettaglio.

In primo luogo, possono addebitare una commissione per ogni operazione effettuata da un cliente. Significa che quando chiudi un'operazione, una certa quantità viene automaticamente ritirata dal conto di trading del cliente indipendentemente dal fatto che la sua posizione fosse stata redditizia o meno.

In secondo luogo, tali società guadagnano sullo spread, perché forniscono uno spread più alto rispetto allo spread che ottengono dalle quotazioni di mercato reali. Tieni presente che la società esegue le negoziazioni del cliente in suo nome e con i suoi fondi (prestati come credito) secondo le quotazioni fornite dalla banca. I clienti vedono le quotazioni con spread marcati.

In terzo luogo, se un cliente lavora con mini o micro lotti, di fatto “gioca” contro il broker, perché sull'interbancario non vengono scambiati né mini né micro lotti. Se ottieni un profitto, il denaro viene pagato dal broker, se perdi, il broker mette i tuoi soldi in tasca. Poiché tale schema di presa di profitto funziona, possiamo concludere che la maggior parte dei trader alle prime armi, che fanno trading di micro e mini lotti, perdono i loro soldi. Per non commettere gli stessi errori e non essere tra loro, impara a fondo il Forex prima di iniziare a fare trading su un conto reale.

Un'azienda può aggiungere gli interessi sul prestito che ti è stato concesso. Significa che verranno aggiunti gli interessi su tutte le posizioni che non erano state chiuse entro la fine della giornata. Nella migliore delle ipotesi, sarà un tasso percentuale (tasso di rifinanziamento overnight), ovvero il tasso fornito dalla banca centrale alle banche commerciali del paese. In tal caso, si parla di interessi bancari (è spiegato in dettaglio nel capitolo corrispondente). Paesi diversi hanno tassi di interesse diversi, quindi a seconda delle valute di un'operazione e del suo tipo (acquisto o vendita), l'interesse bancario viene prelevato o depositato sul conto del cliente.

Non c'è una reale consegna di valuta nel trading a margine e la data di valutazione delle valute perde il suo significato. I trader guadagnano sulle speculazioni, aprendo una posizione a un prezzo e chiudendo a un altro. I trader possono lavorare con qualsiasi coppia di valute indipendentemente dalla valuta in cui hanno effettuato un deposito. Inoltre, i trader possono aprire posizioni corte e lunghe con qualsiasi coppia di valute. Tutti i profitti e le perdite vengono convertiti nella valuta del loro deposito cauzionale.

Consideriamo il principio del trading a margine in un esempio. Supponi di lavorare con i mini lotti e di aspettarti una crescita del tasso del dollaro USA rispetto allo yen giapponese (USD/JPY). Ci sono 2.000 dollari USA sul tuo conto e la dimensione di 1 lotto è 10.000 dollari USA. Supponi che il tuo broker ti fornisca una leva 1:50. Significa che per poter aprire una posizione, è necessario un deposito cauzionale dell'importo di 200 dollari USA (perché 200 x 50 = 10.000). Al momento dell'apertura della posizione, il deposito cauzionale per un importo di 200 dollari USA è congelato, quindi hai a disposizione solo 1.800 dollari USA, che si chiama margine libero. Puoi aprire altre operazioni solo per quell'importo.

Non è consigliabile lasciare un piccolo margine libero. Il motivo è il seguente: non appena hai aperto una posizione, le fluttuazioni del tasso del dollaro USA rispetto allo yen giapponese potrebbero temporaneamente spostarsi nella direzione sfavorevole per te. Significa che, se chiudi la posizione in questo momento, subirai delle perdite, i soldi verranno ritirate dal tuo conto. Un broker non ti permetterà di perdere più di quanto hai sul tuo conto di trading, altrimenti dovrà pagare da tasca sua. Di conseguenza, non appena le tue perdite correnti (fluttuanti) raggiungono un livello in cui il tuo deposito non può coprirle, la tua posizione verrà automaticamente chiusa o bloccata dal broker.

Tale chiusura automatica della posizione è preceduta da una cosiddetta chiamata a margine, che sarà descritta in dettaglio nel prossimo capitolo. Con più soldi sul conto, potrai resistere alle fluttuazioni più acute evitando le chiamate a margine. Il prezzo può cambiare direzione in quello di cui hai bisogno e puoi prendere profitto, ma se il tuo saldo non può sopportare la fluttuazione negativa temporanea, subirai delle perdite.

Più posizioni (lotti) apri, più fondi devi avere sul tuo conto di trading. Nel nostro esempio non apriamo una posizione (lotto) ma quattro, quindi il deposito cauzionale non è di 200 dollari USA ma di 800 dollari. Di conseguenza, il margine libero sarebbe di 1.200 dollari USA. Poiché i movimenti temporanei dei tassi in perdita influenzano tutte e quattro le posizioni, la possibilità di ricevere una chiamata a margine aumenta proporzionalmente - di quattro volte! Nel prossimo capitolo questa situazione sarà esaminata in dettaglio.

Pertanto, il trading a margine offre una serie di opportunità al trader alle prime armi. Il trading con un approccio competente, può essere la fonte del tuo profitto. Ma, d'altra parte, un aumento del profitto previsto significa un aumento del rischio di perdita. Quindi il trading a margine è "un'arma a doppio taglio". Può renderti ricco o povero. Solo la tua intelligenza, esperienza e fortuna determinano il tuo successo!
 

Condividi la tua opinione

Le informazioni sono state utili?

Commenti:

non è obbligatorio da compilare

Grazie per il tuo tempo e il feedback.
Il tuo feedback è molto importante per noi.

smile""