Alibaba: meglio una maxi multa che una piccola trasformazione

Alibaba: meglio una maxi multa che una piccola trasformazione

Il confronto tra il fondatore di Alibaba Jack Ma e le autorità cinesi è esattamente il caso in cui una multa gigante è molto meglio di una piccola trasformazione dell'azienda. La notizia che il colosso di Internet è scampato finora con una multa è stata accolta con entusiasmo dai mercati.

Ricordiamo che l’autunno scorso, Jack Ma ha criticato il governo del paese, in particolare il regolatore finanziario. Le autorità cinesi hanno risposto immediatamente aprendo un'indagine anti-monopolio. Quindi, alla società controllata da Alibaba Ant Group è stato vietato di entrare nell'IPO. A febbraio, le autorità di regolamentazione cinesi hanno concordato un piano di ristrutturazione che trasformerebbe l'azienda in una holding finanziaria. Gli esperti erano preoccupati che Alibaba stesse per diventare un'azienda di proprietà statale.

Il passo successivo delle autorità è stata la più grande multa nella storia del paese contro una società commerciale: 18,22 miliardi di yuan ($ 2,78 miliardi), presumibilmente per aver violato le leggi antitrust. Dall'inchiesta è emerso che Alibaba ha condotto una politica che obbligava i consumatori a utilizzare i propri servizi "senza diritto di scelta". Tuttavia, questa decisione è stata una notizia positiva per i partecipanti al mercato, molti dei quali si aspettavano che Alibaba potesse anche essere nazionalizzata.

Il fatto che la società sia uscita con una multa e finora abbia evitato la ristrutturazione ha spinto il prezzo delle azioni di Alibaba a salire, il che a sua volta ha influito sulla fortuna di Jack Ma. Dopo la multa, l'imprenditore è diventato ancora più ricco e ora occupa il 25° posto nella lista dei miliardari di Bloomberg con la fortuna di $ 52,1 miliardi.

Indietro

See aslo

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.