empty
 
 
Risultati dell'anno: la classifica delle valute più deboli

Risultati dell'anno: la classifica delle valute più deboli

Per riassumere il 2021, gli esperti hanno definito le valute più deboli. Tra gli outsider, il peso cubano e la lira turca guidano la classifica. Anche tra i primi tre "leader" è stato il dinaro libico.
Il mondo deve conoscere i suoi "eroi".
Cuba non è un partecipante attivo nelle relazioni economiche internazionali, quindi ci sono state poche notizie sulla valuta locale durante l'anno, ma durante l'anno il peso è sceso del 96% rispetto al dollaro. L'economia di Cuba continua a stagnare a causa della pandemia del Coronavirus e numerose sanzioni da parte degli Stati Uniti. Oltre al crollo della valuta, il paese ha ricevuto un alto tasso di inflazione.
Anche il dinaro libico è raramente menzionato nelle notizie finanziarie, ma non può essere ignorato. Nell'ultimo anno la valuta è scesa del 71% rispetto al dollaro. La situazione instabile nel paese e le difficoltà con la formazione di un unico sistema politico influenzano l'economia della Libia.
L'outsider più famoso di questa classifica è la lira turca, che quest'anno si è deprezzata del 49% rispetto al dollaro. La ragione di questa dinamica sono l'insolita politica monetaria della Turchia, che continua a ridurre il tasso di riferimento con un'elevata inflazione.
Dal 1970 il franco svizzero, lo yen giapponese e la corona danese sono stati i più resistenti alla svalutazione. Invece il dollaro americano rimane la valuta di riserva dominante. Dall'inizio degli anni settanta, l'indice della valuta rispetto al paniere delle valute principali è aumentato bruscamente o è diminuito di oltre il 10% entro la fine dell'anno.

Indietro

See also

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.