empty
 
 
Turchia: non è la prima volta che acceleriamo il nostro rifiuto

Turchia: non è la prima volta che acceleriamo il nostro rifiuto

Le autorità turche, guidate dal presidente Recep Tayyip Erdogan, continuano a sperimentare con l'economia del paese. Un'ulteriore decisione per migliorare gli indicatori economici in questo periodo difficile per la Turchia è stata l'accelerazione della dedollarizzazione.
Il ministro del Tesoro e delle Finanze della Turchia, Nureddin Nebati, ha "rallegrato" la popolazione del paese con la notizia che presto il paese accelererà il rifiuto dell'odiato dollaro americano. Secondo il funzionario, la conversione di attività in valuta estera da dollari a lira turca accelererà nelle prossime settimane. N. Nebati ha notato, che a metà di gennaio, nell'ambito del sistema governativo che protegge i depositi in valuta nazionale contro il deprezzamento, i conti erano più di 131 miliardi di lire (9,69 miliardi di dollari). Parlando dell'inflazione, ha sottolineato che è un disastro non solo per la Turchia, ma anche per il mondo intero.
Tuttavia, secondo lui, il paese è stato in grado di trasformare la crisi in un'opportunità. "Ora stiamo entrando nel 2022 con grandi speranze", - ha detto il ministro.
In precedenza, il presidente Recep T. Erdogan si è congratulato con la Turchia per la fine di un periodo difficile dell'economia, che è stato accompagnato da un crollo record del valore della lira. La Banca Centrale ha dovuto introdurre una commissione per lo deposito di denaro nelle banche in valuta estera. Secondo gli economisti, la riduzione dei tassi chiave è stata la causa dei problemi con la valuta nazionale. La leadership della Turchia non è d'accordo con tali valutazioni, considerando che il crollo è provocato dagli "speculatori e oppositori".

Indietro

See also

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.