empty
 
 
L'inflazione statunitense potrebbe sfuggire al controllo

L'inflazione statunitense potrebbe sfuggire al controllo

Secondo gli analisti, gli Stati Uniti potrebbero dover affrontare una spirale inflazionistica a causa di problemi irrisolti, il principale dei quali è l'aumento dell'inflazione.

Molti esperti affermano che la Federal Reserve non sia in grado di far fronte ai problemi esistenti. Non essendo in grado di reprimere l'inflazione alle stelle, il regolatore non ha modo di aumentare la fiducia nell'economia statunitense. Il motivo principale è che la Fed non è riuscita a mantenere l'inflazione a un livello stabilmente basso. In altre parole, ha perso il controllo della situazione.

In particolare, la Fed ha un'ampia gamma di strumenti finanziari che possono limitare l'inflazione. Tuttavia, non li sta applicando in modo appropriato. Di conseguenza, l'economia statunitense si è surriscaldata. Alcuni economisti ritengono che l'inflazione abbia già raggiunto il suo picco, mentre il livello target del 2% rimane irraggiungibile. Nel marzo 2022, i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono stati superiori dell'8,5% rispetto a un anno fa. Pertanto, l'inflazione ha toccato il livello più alto degli ultimi 40 anni.

Tuttavia, i ritmi record di crescita dell'inflazione sono stati registrati non solo negli Stati Uniti ma anche nell'Unione Europea: i prezzi al consumo sono aumentati del 7,5%, mentre il Regno Unito ha registrato un balzo del 7%. Un aumento dell'IPC europeo è stato causato da risorse energetiche più costose. Le sanzioni imposte alla Russia nel conflitto Russia-Ucraina hanno solo aggiunto olio sul fuoco.

Negli Stati Uniti, l'inflazione è stata alimentata anche dall'aumento dei prezzi dell'energia, nonché dall'aumento dei prezzi di cibo, immobili e auto nuove. Allo stesso tempo, il cibo sta diventando più costoso a causa dei problemi con la fornitura di fertilizzanti. Anche il mercato statunitense è stato colpito da interruzioni della catena di approvvigionamento globale.

La pressione sull'inflazione statunitense è esercitata dalla bassa disoccupazione nel paese e dai salari più alti. Tale situazione è stata creata durante la pandemia, quando sono state necessarie colossali iniezioni di denaro nell'economia.

Per stabilizzare la situazione attuale, la Federal Reserve deve inasprire in modo aggressivo la sua politica monetaria alzando il tasso di riferimento e riducendo il volume degli acquisti delle obbligazioni. Pertanto, l'autorità di regolamentazione sta cercando di limitare la quantità di offerta di moneta e la spesa dei consumatori nel paese.

Tuttavia, il livello di inflazione previsto negli Stati Uniti rimane al 2% annuo. Alcuni analisti ritengono che il regolatore stia facendo tutto il possibile per raggiungere questo livello. Secondo gli economisti, l'inflazione potrebbe tornare al 2% solo nel 2024. Inoltre, la recessione economica prevista nel 2023 difficilmente influirà sui prezzi attuali. Per raggiungere il livello di inflazione previsto, l'autorità di regolamentazione aumenterà il tasso di interesse chiave al 2,5% entro la fine del 2022.

Nel frattempo, alcuni esperti ritengono che l'autorità di regolamentazione dovrebbe adottare alcune misure aggiuntive per far fronte all'impennata dell'inflazione. Ad esempio, può riequilibrare l'economia, aumentando così i prezzi tra le spese delle aziende più grandi.

Al momento, la maggior parte dei paesi sta combattendo l'inflazione galoppante. Tuttavia, le tendenze allarmanti dell'economia statunitense hanno un effetto negativo sugli altri stati, che devono acquistare beni statunitensi molto più costosi. Pertanto, l'aumento dei prezzi all'importazione è un'arma a doppio taglio, che fa soffrire sia gli Stati Uniti che altri paesi.

Indietro

See also

In questo momento non potete parlare al telefono?
Ponete la vostra domanda nella chat.