Uno swap valutario rappresenta il pagamento per il trasferimento di una posizone al giorno successivo. Proprio per questa ragione, la maggior parte dei trader rinuncia a prolungare le transazioni diurne

Come viene calcolato lo swap? Ad esempio, un trader desidera lasciare aperta una posizione per il giorno successivo. In questo caso gli toccherà corrispondere una commissione, cioè uno swap per il trasferimento della posizione. Lo swap viene calcolato sulla base della differenza tra i tassi di interesse. Ad esempio, NZD 1,75% – USD 0,5% = 1,25%. Suddividiamo questa differenza per 365 giorni e otteniamo la percentuale da corrispondere.

Lo swap può essere sia positivo che negativo.

Tuttavia, di recente sul mercato Forex hanno fatto la propria comparsa i conti senza swap che, se impiegati per il trading, non prevedono il pagamento di alcuna commissione. In questo modo, effettuando operazioni per qualsiasi coppia valutaria, se trasferisce una posizione ad un alto giorno, il trader non perde nulla e il suo risultato dipenderà solamente dalla dinamica del tasso di cambio sull'intervallo temporale assegnato. I conti senza swap sono innanzitutto destinati ai musulmani che non possono condurre un trading a lungo termine per motivi religiosi, in quanto la commissione swap è proibita dallo Shariah, nonchè per il trading sulle piattaforme che non tengono presente l'influenza dello swap.

Start trading with
no risks and investments
With new Start-Up Bonus of $2500