Mappa del sito
العربية Български 中文 Čeština English Français Deutsch हिन्दी Bahasa Indonesia Italiano Bahasa Malay اردو Polski Português Română Русский Srpski Slovenský Español ไทย Nederlands Українська Vietnamese বাংলা Ўзбекча O'zbekcha Қазақша

Area clienti InstaForex

  • Impostazioni personali dell'area
  • Accesso a tutti i servizi della compagnia
  • Dettagliate statistiche e reporting delle transazioni
  • Gamma completa delle operazioni finanziarie
  • Sistema di gestione di più conti
  • Massimo livello di protezione dei dati

Area affiliati InstaForex

  • Deattagliate informazioni su clienti e commissioni
  • Statistiche grafiche di conti e clic
  • Indispensabili strumenti per webmaster
  • Soluzioni-web pronte e vasta scelta di banner
  • Alta sicurezza dei dati
  • Notizie azendali, feed-RSS e informer-Forex
Aprire un conto trading
Programma di affiliazione
cabinet icon

Un'altra Lamborghini da InstaForex!E al suo volante puoi esserci proprio tu!

Non devi fare altro che ricaricare il conto trading con almeno 1000 dollari!

Ottieni le migliori condizioni di trading ed eccezionali proposte di bonus! Abbiamo già consegnato 6 leggendarie auto sportive! E non è tutto! La prossima Lamborghini Huracan dell'ultima generazione può diventare tua!

InstaForex – investi nelle tue vittorie!

Rapida apertura di un conto

Ricevere la lettera formativa
toolbar icon

Piattaforma di trading

Per dispositivi mobili

Per il trading nel browser

Long-term review

Le notizie sull'introduzione di nuovi dazi commerciali da parte degli Stati Uniti contro la Cina hanno portato lunedì alla caduta del dollaro USA rispetto alle altre valute mondiali.

Nonostante che i rischi posti dalla guerra commerciale possano diffondersi nell'Unione europea in qualsiasi momento, gli investitori preferiscono l'euro e la sterlina britannica che possono soddisfare almeno con alcune notizie positive.

Permettetemi di ricordare che ieri si diceva che l'UE stesse discutendo sulla possibilità di consentire ai rappresentanti del Regno Unito di controllare i beni forniti all'Irlanda del Nord dal Regno Unito dopo la Brexit. Va notato che prima di queste voci il controllo delle merci era responsabilità degli ispettori del blocco.

Trump e nuovi dazi contro la Cina

Ieri pomeriggio ha fatto un discorso il consigliere di Donald Trump Larry Kudlow, il quale ha affermato che non vi è motivo di credere che l'attuale crescita economica non sarà sostenibile. Kudlow ha anche notato che non vede alcun motivo che indicherebbe che le azioni di Trump nella sfera del commercio danneggiano l'economia, poiché non ci sono segni che i dazi siano un problema per l'economia statunitense.

Il consigliere presidenziale ha anche richiamato l'attenzione sul fatto che la crescita del deficit del bilancio degli Stati Uniti non è una conseguenza delle riduzioni fiscali, sostenendo la politica di Trump e la riforma fiscale.

Più vicino alla chiusura della sessione nordamericana, è apparsa la notizia che l'amministrazione del presidente degli Stati Uniti ha annunciato un nuovo dazio del 10% sulle importazioni dalla Cina del valore di $ 200 miliardi. Nuovi dazi negli Stati Uniti entreranno in vigore il 24 settembre e entro la fine dell'anno saranno innalzati al 25%.

Le autorità cinesi hanno immediatamente annunciato l'intenzione di introdurre dazi sui prodotti americani.

Sembrava davvero divertente, ma dopo l'annuncio dei dazi commerciali della Casa Bianca, il Ministero delle Finanze ha emesso un appello in cui si affermava che gli Stati Uniti vogliono ancora tenere un altro giro di negoziati commerciali con la Cina.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha anche fatto appello alle autorità cinesi, dicendo che vuole raggiungere un accordo.

Tra i dati fondamentali che sono usciti ieri pomeriggio, si dovrebbe prestare attenzione al rapporto sull'attività produttiva nell'area di responsabilità della Federal Reserve Bank di New York che è cresciuta a settembre ad un ritmo più lento rispetto ad agosto.

Secondo i dati, l'indice di produzione della Fed di New York nel settembre di quest'anno era al livello di 19,0 punti contro i 25,6 punti di agosto. Gli economisti si aspettavano che a settembre l'indice sarebbe stato di 22 punti.

Exchange Rates 19.09.2018 analysis

Le misure della Turchia non sono sufficienti

Ieri si è notato il deprezzamento della lira turca, nonostante il fatto che la Banca centrale della Turchia abbia innalzato i tassi d'interesse superiore ai livelli inflazionistici. Ciò è stato fatto al fine di cercare di stabilizzare al più presto la valuta nazionale, nonché di limitare la crescita dell'inflazione nel paese che è stata osservata dall'inizio del conflitto con gli Stati Uniti.

Tuttavia, un aumento del tasso d'interesse non è chiaramente sufficiente. Per un impatto reale sulla crescita dell'inflazione e il mantenimento del tasso della lira turca, sono necessarie dichiarazioni della Banca centrale in cui sarà indicato chiaramente sull'aumento dei tassi di interesse in futuro. E queste misure andranno contro la posizione del presidente turco Recep Tayyip Erdogan che ha ripetutamente affermato di essere contrario ai alti tassi d'interesse.

*La presente analisi del mercato ha un carattere esclusivamente informativo e non rappresenta una guida per l`effettuazione di una transazione.

Distinti saluti,
Analista del: Eder Anderson
GS InstaForex © 2007-2019
Benefit from analysts’ recommendations right now
Top up trading account
Get a bonus from InstaForex

InstaForex analytical reviews will make you fully aware of market trends! Being an InstaForex client, you are provided with a large number of free services for efficient trading.